Commento al Vangelo

Catechesi di Don Stefano

INCONTRO DELLE PICCOLE COMUNITÀ DI MAGGIO 2020

Lo Spirito Santo, guida, rinnova e fruttifica

(scarica la scheda)

SALUTO – ACCOGLIENZA – SEGNO DI CROCE

PREGHIERA

O Maria, pellegrina di bontà. Tu hai camminato accanto a Gesù e sei stata gioiosamente madre e serva dei progetti di Dio.
Affidiamo a te la nostra vita con fiducia serena che attira ogni figlio tra le braccia di sua Madre.

Vigila, o Maria sulla crescita di Cristo in noi e nella nostra famiglia:
ogni nostra casa sia una Santa Casa e ogni nostra famiglia sia una Santa Famiglia abitata dalla pace e dall’amore.

Insegnaci il tuo SI, o Maria per amare Gesù restando sulla terra, per vivere operosi e sereni nell’attesa di arrivare a casa.

Amen

Ultimo incontro delle piccole comunità

In quest’ultima scheda continuiamo a seguire Gesù, vivo nelle case, vivo però nella luce nuova, la luce di Cristo morto e risorto, cioè nella luce della Pasqua.
Questa Pasqua l’abbiamo vissuta in maniera diversa. Non abbiamo potuto annunciare e gioire insieme come comunità riunita e dire: Cristo è Risorto! E’ veramente Risorto! Il grande nemico invisibile che conosciamo con il nome di Coronavirus ce l’ha proibito, ci ha fatti rinchiudere nelle case pieni di paura e timore. Proprio come la paura che ebbero gli Apostoli che si erano chiusi in casa, porte e finestre erano chiuse molto bene perché avevano paura dei giudei e di finire morti come Gesù. Così anche noi per paura del contagio ci siamo rinchiusi. Apriamo questo mese di maggio, il mese dedicato a Maria. Da quando Gesù ce l’ha data morendo in croce, è diventata anche la nostra madre. Lei è sorgente di una nuova energia di Fede. Fisicamente non possiamo ancora stare insieme per motivi prudenziali e non possiamo offrire un fiore a Maria, ma possiamo offrire la “rosa” profumata della nostra preghiera con la recita del Santo Rosario nelle nostre case. Anche questo è accogliere e onorare Maria in questo tempo di prova. Stiamo in sua compagnia per chiedere una nuova effusione dello Spirito Santo perché come comunità cristiana ci rinnovi e ci rinvigorisca nella fede e nell’amore, affinché possiamo continuare a testimoniare e diventare missionari del Vangelo anche e soprattutto in questo tempo di pandemia.

Lasciamoci illuminare dalla Parola.

Come ci dicono gli Atti,  Maria dopo la Pasqua di Gesù, vegliava con gli apostoli nel Cenacolo, in preghiera, in attesa del dono dello Spirito che arriverà in pienezza a Pentecoste.

Dagli Atti degli Apostoli 1,14-2,1-4-46-47

Tutti erano assidui e concordi nella preghiera, insieme con alcune donne e con Maria, la madre di Gesù e con i fratelli di lui. Mentre il giorno di Pentecoste stava per finire, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all’improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Apparvero loro lingue come di fuoco che si dividevano e si posarono su ciascuno di loro, ed essi furono tutti pieni di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue come lo Spirito dava loro il potere d’esprimersi. Ogni giorno erano assidui nel frequentare insieme il tempio, e nelle case spezzavano il pane, prendevano il cibo con gioia e semplicità di cuore, lodando Dio e godendo il favore di tutto il popolo. Il Signore aggiungeva ogni giorno al gruppo coloro che accettavano la salvezza.
Parola di Dio.

NOTA: Non facevano davvero grandi cose queste prime comunità cristiane: non hanno iniziato rivoluzioni, non hanno cercato di apparire a tutti i costi (non sono apparsi in nessun programma televisivo, diremmo oggi). Hanno mantenuto con caparbietà, semplicità e fiducia il loro progetto (seguire Gesù fino in fondo) nella quotidianità e nelle prove.

Affidiamo a Maria tutti gli ammalati, i sofferenti, i tanti fratelli e sorelle morti nella solitudine, senza una carezza dei propri cari per questa pandemia. Affidiamo la nostra comunità, i nostri sacerdoti, le piccole comunità… Continuiamo a guardare al futuro con speranza e fede.

Questa è la risposta cristiana.

Il nostro augurio è di poter riprendere gli incontri a Ottobre. Ringraziamo tutti voi animatori, partecipanti, i nostri sacerdoti e tutte le famiglie che in questo anno generosamente hanno spalancato le porte delle proprie case a Gesù e alla sua Parola.

Preghiera finale

O Padre, che hai effuso l’amore nei nostri cuori mediante lo Spirito Santo, fa che sappiamo ogni giorno unirci alla preghiera della Chiesa che in ogni Eucaristia invoca la pienezza dello Spirito Santo perché formiamo un solo corpo e un solo spirito. Concedi che questa preghiera crei in noi l’impegno ad essere nella società portatori di riconciliazione e di pace. Aiutaci a collaborare con lo Spirito Santo che vuole formare di tutti i popoli una sola famiglia nel rispetto di ogni persona e cultura.

Amen

Articoli recenti

Archivio articoli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi